0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

2 | Sull’acqua

L'editoriale di presentazione del secondo numero di Prismag e una selezione di articoli sfogliabili. La versione completa è disponibile per gli abbonati

Clicca qui per la versione per cellulari, a pagine singole

Vuoi leggere questa uscita? Clicca qui o abbonati per avere tutti i nostri numeri!

Editoriale di presentazione (di Francesco Stati)

Generatrice e distruttrice. Sostanza della vita per eccellenza e bene di lusso. L’acqua è al centro della storia umana dal nostro arrivo su questa Terra, eppure oggi ci minaccia con calamità naturali e innalzamento degli oceani causati il più delle volte dalla nostra imprudenza. Sì, perché il cambiamento climatico, affrontato con troppa leggerezza dai potenti del pianeta, scorre a pelo d’acqua e stravolge le nostre vite ogni anno di più.

Noi italiani, che oltre che santi e poeti siamo popolo di navigatori, scopriamo e subiamo questi disagi idrici con frequenza sempre maggiore. Solo nel 2023 che abbiamo appena lasciato alle nostre spalle, Toscana ed Emilia-Romagna sono finite sotto un’acqua nera che non si vedeva da una vita intera, che ha picchiato forte, buttato giù le porte e portato via con sé vite e storie di centinaia di persone, lasciando dietro una scia di devastazione e morte. E poi, il rovescio della medaglia, con gli abitanti del Po che vedono il più grande fiume italiano ridursi ogni estate a un rigagnolo e i cittadini dei comuni lacustri che osservano svuotarsi i loro bacini per approvvigionare città sempre più assetate. Intanto, continuano a mancare approcci sistemici alla questione, nonostante i dissesti si moltiplichino.

Il secondo numero di Prismag apre il 2024 parlando di noi e dell’acqua. Non solo alluvioni e siccità, ma anche le nostre velleità di grande potenza regionale e quelle di altri Paesi che, altrove, sfruttano il grande blu per affermare la propria supremazia. E ancora, contaminazioni idriche che avvelenano intere città e stravolgono le vite dei più piccoli, aree del mondo dove l’acqua è un bene di lusso e altre dove, in mancanza di essa, l’uomo ha saputo farla sgorgare dal suo ingegno. Un numero per riflettere insieme sull’importanza di un bene di cui spesso ci si dimentica, ma attraverso cui scorre e scorrerà tutta la storia umana.

Ci trovi una volta al mese sul nostro sito web e in versione cartacea.

Unisciti a noi: abbonati!

In questo numero

Articoli correlati

Minniti: «Nel Mediterraneo, l’Italia ha una missione storica»

L’Italia ha davvero il potenziale per guidare un nuovo Grand Design europeo nel Mediterraneo? Ne abbiamo parlato con l’ex ministro dell’Interno, oggi presidente della Fondazione Med-Or di Leonardo

Il lago Bullicante – Ex Snia, una rigenerazione spontanea

Sotto il cielo di Largo Preneste c'è un piccolo miracolo. In una zona tra le più inquinate di Roma è nato uno specchio d'acqua al posto di un parcheggio

Helmut racconta: l’acqua pesante, fonte (certa?) di distruzione

Helmut racconta è la rubrica di Prismag sul mondo storico-militare

Cyrus Field e una scommessa transatlantica

Cosa hanno in comune un uomo, l'acqua e la fortuna? Una scommessa di proporzioni transatlantiche e il cavo telegrafico di Cyrus Field

L’acqua come arma e risorsa nella politica internazionale

Nonostante sia riconosciuta a livello internazionale come la risorsa fondamentale per garantire la vita, spesso l’acqua è utilizzata come arma nella politica internazionale

Iscriviti a Rifrazione, la nostra newsletter

Mensile, breve, colorata. La nostra newsletter è pensata per essere poco invasiva e tenerti aggiornato sulle nostre iniziative e uscite. Iscriviti e... ne leggerai di tutti i colori, una volta al mese