0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

La Francia divisa alla prova delle Olimpiadi

Tra instabilità politica, rischio terrorismo e antisemitismo, la Francia si presenta divisa alla vigilia dei Giochi. Scenario che indebolisce la già fragile pretesa velleitaria di tregua olimpica proposta da Macron

Articolo a pagamento

Lo sappiamo: il paywall è odioso.
Ma il nostro giornale vive solo grazie ai suoi lettori.
Per questo alcuni nostri articoli, come questo, sono riservati a chi acquista la nostra rivista e si abbona. Diamo ai nostri abbonati la rivista completa, con notizie originali e fonti e voci esclusive.
Cerchiamo di essere più indipendenti possibili perché crediamo che solo così possiamo garantire ai lettori un'informazione priva di condizionamenti.
Se anche tu credi nella nostra missione, unisciti a noi acquistando una copia o abbonandoti al progetto!

Se hai già acquistato il numero o una collezione, accedi qui.

Articoli correlati

“Allons enfant(s) de la patrie!” | Francia, figli e natalità

All’interno del trend di denatalità in Europa degli ultimi anni c’è il caso della Francia, che ha sviluppato una serie di politiche di sostegno alle famiglie e alle generazioni future, rendendola un modello a cui aspirare

I conti in tasca. Quanto ci costa l’industria dei mega-eventi

Sperpero di denaro pubblico, sfruttamento del territorio, rischio di corruzione e infiltrazioni criminali. In tutto il mondo l’impatto di Giochi olimpici, Mondiali, Expo si è rivelato insostenibile a livello economico, sociale e ambientale. Allora perché continuare a organizzarli?

Come i giochi olimpici hanno dato lustro alla Corea del Sud

L’orgoglio sudcoreano e il riconoscimento occidentale di una nuova potenza in Asia: un intreccio avvenuto a Seoul, nell’estate del 1988

La lotta per la vittoria: Olimpiadi e doping

Vale la pena rischiare la propria vita per una vittoria olimpica? E perché si dovrebbe arrivare a tanto? Il doping, le sue ragioni, la sua (ir)razionalità

Giochi olimpici di Parigi: l’altra faccia della medaglia

Liberté, égalité, accessibilité! Per i suoi Giochi olimpici, la Francia ha collocato il cuore degli eventi a nord, nel dipartimento della Seine-Saint-Denis. Nelle famose cités, l’area più giovane e povera del Paese. Una scommessa coraggiosa, ma che cela zone d’ombra. Ne abbiamo parlato con il collettivo Le revers de la Médaille

Prismag è molto più di un mensile

Settimanale, colorata, esclusiva. La nostra newsletter, Rifrazione, ti offre una storia extra e gratuita ogni domenica e ti aggiorna sulle nostre iniziative e uscite. Iscriviti e... ne leggerai di tutti i colori!